Le 4 Caratteristiche che ha una persona falsa:

Le 4 Caratteristiche che ha una persona falsa:

Se ci affidiamo al Dizionario, potremmo comprendere il concetto di “falso” in queste poche parole: “È la mancanza di verità, autenticità o sincerità”.

Filosoficamente parlando, il concetto di falsità è: “ciò che è in contraddizione con la realtà”. Ma quando parliamo di falsità nella nostra vita, il concetto si restringe e circonda o si limita alle persone che conosciamo; sia circostanziale che permanente.

Falsi amici

Siamo socievoli e stabiliamo legami sia d’amore che di amicizia, rimuovendo così quella sensazione di solitudine o isolamento che genererebbe insicurezza.

Ma come sapere chi è al nostro fianco perché ci apprezza davvero o è al nostro fianco per solo interesse. Bene, l’unico modo è cercare di capire e conoscere il comportamento di una persona falsa.

Caratteristiche di una persona falsa:

1 – Ci fanno dei veri complimenti?

Una caratteristica molto classica è il famoso complimento con due messaggi diversi nella stessa frase. Inizia con la lode, ma finisce con qualcosa che lo allontana e solleva dubbi. Es: “Questo dolce che hai fatto è delizioso … ma io gli metterei un po ‘più di zucchero !!!”.

Come noterai, il complimento iniziale solleva l’autostima dell’ascoltatore, ma alla fine lascia aperto il sospetto che “si sarebbe potuto fare meglio”, il suo messaggio si allontana dal cercare di farci stare bene. Una persona che ci apprezza veramente ci dirà senza riguardo o inconvenienti ciò che pensa e sembra sempre che impari, cambi o lodi noi stessi.

2 – Un sorriso in ogni occasione

La vita ci fa attraversare momenti diversi, alcuni dei quali difficili, quindi non attraversiamo la vita sprecando un sorriso permanente. Lì hai un’altra caratteristica che dovresti prendere in considerazione. Le persone false cercano costantemente di compiacere gli altri e si nascondono dietro un sorriso quasi permanente. L’emozione (sorriso) non sarà genuina, quindi non sarà difficile per te rilevarla. Un sorriso sincero è molto diverso da un sorriso forzato.

3 – Collegamenti rapidi

L’insicurezza che circonda i falsi, rende loro la necessità di stabilire collegamenti molto dinamici e molto rapidamente. Per loro è fondamentale restare con qualcuno e instaurare un legame di grande amicizia, potendo così conoscere profondamente la persona ed eliminare i punti deboli che ha, per poterli utilizzare a proprio vantaggio. Cerca i mille modi per parlare della tua vita, dei tuoi bisogni e quindi ottenere i tuoi migliori segreti.

Ricorda sempre che i collegamenti rapidi sono almeno sospetti, stai attento e ricorda che può essere un’amicizia per mero interesse e profitto.

4 – Non si confronteranno mai

L’insincerità è il sostentamento di queste persone. Pertanto, non aspettarti mai che ti dica se qualcosa lo ha infastidito o meno. Non ti affronterà mai direttamente, ma farà le cose in modo che tu finisca per dubitare di ciò che hai ottenuto o di ciò che hai detto. Non si confronteranno mai !!!! Non possono affrontare la verità e troveranno strategie per farti sentire insicuro come loro.

Altri strumenti di rilevamento:

Sappiamo allora che le principali caratteristiche delle persone false sono dirette al concetto di Bugie. Ed è qui che possiamo trovare un altro strumento fondamentale per renderci conto di chi è al nostro fianco.

La reazione psicofisiologica:

La bugia può essere rilevata, e questo avviene attraverso i gesti. Ogni bugia genera una reazione e, conoscendoli, possiamo renderci conto che stiamo affrontando un bugiardo.

Viviamo manifestando punti di conflitto , aggrottiamo le sopracciglia, ci grattiamo le orecchie o il naso, alziamo le spalle e innumerevoli manifestazioni.

Una caratteristica di questo mese è l’esempio che quando una persona annuisce a qualcosa, solleva le spalle. L’insicurezza della sua risposta esce attraverso il suo corpo in un gesto che si manifesta (alza le spalle) in modo che siano quasi certi che quella persona ci stia mentendo o almeno non sia sicuro nella risposta che ci esprime.

Lo stesso caso è inclinare la testa nella direzione opposta per dare la nostra affermazione, mostrando un no con il corpo quando la risposta che esprimiamo è SI.

Microespressioni

Uno psicologo americano, di nome Paul Ekman, ha parlato delle SETTE espressioni universali e sono: sorpresa, rabbia, paura, disgusto, tristezza, disprezzo e gioia.

Paura:
Osserveremo nell’espressione facciale: sopracciglia alzate e unite; labbra tese verso le orecchie.

Disprezzo:
Osserveremo solo un lato del labbro, l’angolo sollevato e stretto.

Tristezza
Molto più facile da rilevare, perché osserveremo uno sguardo perso, le estremità delle labbra e le palpebre superiori cadenti.

Sorpresa:
La caratteristica di questa espressione si manifesterà nel tenere la bocca quasi socchiusa, con le sopracciglia alzate e gli occhi spalancati.

Vai a:
La tensione facciale è caratteristica di questa emozione. La bocca sarà evidente come stretta e le narici aperte.

Gioia:
L’emozione che sicuramente non apparirà in una condizione di falsa persona, ma è tra le sette descritte da Ekman. Facile da identificare, vedrai una bocca ampia e ben tesa verso le orecchie. Occhi piccoli ed espressione molto morbida del resto del viso.

Disgusto:
Accigliato, denti serrati, mascelle tese e angoli leggermente pendenti del labbro.

Microespressioni e punti di conflitto segneranno il disagio di un individuo, anche se cerca molto di nascondere questo sentimento, sarà sufficiente prestare attenzione a ciò che dice con i suoi gesti per rendersi conto che sta solo mentendo a noi.

Impara a distinguere chi ti circonda, impara a riconoscere le vere persone false che vorranno solo approfittare di te. –

error: Sito protetto