Tre cacciatori, seduti a tavola, si vantano delle loro prodezze venatorie in Africa.

“Una volta sono stato caricato da un rinoceronte.

L’ho lasciato avvicinare fino a tre metri e poi, pam!, l’ho fatto secco”,

dice il primo.

“Io, invece, mi sono trovato a tu per tu con un elefante”, racconta il secondo.

“L’ho fatto avvicinare fino a due metri e poi, pam!, l’ho freddato.

” “Invece, io, mi sono imbattuto in un bufalo imbestialito che mi ha caricato a testa bassa.

Sono rimasto calmo e, quand’è arrivato a un metro, pam!, l’ho liquidato”, narra il terzo.

Un ometto, seduto a un tavolo vicino, dopo averli ascoltati, si intromette:

“Io, invece, senza alcun fucile, mi sono avvicinato a cinquanta centimetri da un leone e gli ho pisciato addosso.

” “Incredibile!”, esclamano i tre cacciatori.

“E poi com’è finita?”

“Sono arrivati i guardiani dello zoo e mi hanno multato.”

HAHAHAHAH ! ! !

Leggi anche questa e condividi con i tuoi amici !

Un attore squattrinato non riusciva a pagare l’affitto.

Una mattina la proprietaria della casa lo incontrò di fronte alla casa e gli chiese i soldi che le spettavano.

“Signora, abbia un po’ di pazienza con me”, la supplicò l’attore,

“Lo sa che un giorno la gente passerà davanti a questa casa, punterà il dito verso l’alto e dirà:

‘Uno dei più grandi attori della nostra generazione una volta viveva qui’.”

“Ah, guardi, se non paga l’affitto entro stasera”, disse la signora,

“potranno cominciare a dirlo da domani in poi!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *