Il cavolo è utile non solo in cucina, ma anche in medicina.

Una volta che li hai usati per un pasto, non buttare le foglie superiori che rimangono.

Ti saranno sicuramente utili, soprattutto se si verificano dolori articolari.

Rimedio per i dolori articolari

Le foglie di cavolo sono state a lungo utilizzate per trattare il gonfiore, i graffi sulla pelle e i dolori reumatici alle articolazioni.

Contengono alte dosi di vitamine, fitonutrienti, antociani e glutammina, che hanno forti proprietà antinfiammatorie.

Grazie a queste proprietà, il cavolo è un mezzo molto prezioso e naturale per alleviare il dolore alle articolazioni del ginocchio, della caviglia o delle dita.

Allevia anche malattie articolari croniche come reumatismi, artrite o gotta.

Ecco come utilizzare al meglio le foglie di cavolo per ridurre i dolori articolari.

Separare le foglie superiori del cavolo.

Portare l’acqua a ebollizione e immergervi le foglie di cavolo.

Fate bollire a fuoco lento per circa 2 minuti, coperto con un coperchio.

Le foglie dovrebbero ammorbidirsi.

Rimuovi il cavolo dall’acqua.

In primo luogo, lubrificare la parte dove persiste il dolore con olio d’oliva.

Quindi posizionare una foglia di cavolo sulla parte dolorante e avvolgerla con una garza o un panno.

Lasciare in posa durante la notte o per almeno 3 ore.

Cos’altro può fare il cavolo?

Il cavolo è adatto per la pelle: graffi, eczema, pelle secca e screpolata, persino per le ulcere.

Applicare sulle aree interessate e farlo agire.

Il cavolo può essere molto rilassante e ha anche un effetto disinfettante e curativo.

Le foglie di cavolo aiutano anche a combattere il mal di testa e lenire gli occhi stanchi.