Ogni anno, questa pioggia di meteoriti dalla costellazione di Orione ci regala un grande spettacolo astronomico.

Qui vi diciamo tutto quello che c’è da sapere su questo imperdibile evento.

La pioggia di meteoriti di Orionide illumina il cielo ogni ottobre, con circa 15 stelle cadenti che strisciano nella notte ogni ora al loro picco, anche se fino a 70 all’ora sono state registrate durante gli anni più pesanti.

Gli Orionidi hanno la particolarità di poter essere visti da qualsiasi parte del pianeta a causa del loro declino vicino all’equatore celeste.

Un’altra delle caratteristiche più popolari di questo evento astronomico è che è formato dai resti della cometa di Halley, come la pioggia di meteoriti Eta Aquarid, che si verifica ogni anno a maggio.

È importante notare che le stelle di Orionide sono estremamente veloci, si muovono a una velocità di 66 miglia al secondo e lasciano una scia che rimane nel cielo fino a un minuto.

L’Orionid Meteor Shower 2020 potrà essere osservato dalla Terra dal 2 ottobre al 7 novembre: il picco, invece, che permetterà di vederli ad occhio nudo, sarà tra il 21 e il 22 ottobre.

Questo fenomeno meteoritico sarà abbastanza visibile in cielo, potendo vedere tra le 10 e le 20 meteore all’ora, anche se in alcune occasioni se ne sono contate più di 40 all’ora.

Non è che le Orionidi, che devono il loro nome alla costellazione di Orione, siano conosciute come le Perseidi per esempio, ma la verità è che è uno degli sciami meteorici che può sorprenderci di più.

La pioggia dovrebbe verificarsi tra il 2 ottobre e il 7 novembre e il picco sarà dal 21 al 22 ottobre.

QUAL È IL MOMENTO MIGLIORE PER VEDERE ORIONID RAIN 2020

Nella notte tra il 21 e il 22 ottobre e anche se sembra che sarà visibile dalle 22:00, gli esperti assicurano che il suo picco avverrà intorno a mezzanotte.

La luna sarà una falce di luna quindi è meglio aspettare che siano trascorse le 00:00 in modo che la sua luminosità ci permetta di vedere bene la pioggia di Orionide.

Per favorire la visibilità, in questa occasione, sarà importante sia l’assenza del chiaro di luna che evitare la nebbia fitta, lo smog e l’inquinamento luminoso, poiché tutto ciò potrebbe in parte rovinare l’esperienza, o almeno limitarla.

Ecco perché il posto migliore per vedere questa pioggia di meteoriti sarà nelle zone di montagna o in spiaggia, che ci consentiranno una visibilità più o meno chiara dell’intero complesso.