Nella foto – un visone ardente ( Spinus cucullatus ), l’uccello più rosso del mondo.

Il colore infuocato del suo piumaggio è fornito da sette diversi pigmenti  – i lipocromi – per il mondo degli uccelli questo è un record assoluto!

I lipocromi danno alle piante e agli animali i colori della parte rosso-gialla dello spettro.

Altri pigmenti possono anche essere responsabili di questo intervallo, ad esempio melanina e luteina

(vedi l’anello giallo intorno all’occhio della sorella infuocata), ma i lipocromi sono i più comuni.

Di norma, un insieme di lipocromi non supera i quattro.

Quindi, il  comune Siskin ( Spinus spinus ), un parente stretto dell ‘”uccello del fuoco” sudamericano, ha solo due lipocromi e il suo colore è molto più modesto.

Siskin infuocato (lat. Spinus cucullatus)

I lipocromi appartengono alla classe dei carotenoidi.

Il più famoso di loro – ß-carotene , un precursore della vitamina A .

Ma i carotenoidi sono molto più antichi degli uccelli e delle piante:

quasi tutta la varietà di questi pigmenti – e questo è oltre 1100 composti diversi – è già presente nei batteri.

Naturalmente, i batteri non li sintetizzano per motivi di colore.

I carotenoidi neutralizzano i radicali liberi  – sottoprodotti del metabolismo cellulare che possono danneggiare i componenti funzionali della cellula.

Batteri, piante e funghi sintetizzano i carotenoidi da soli, ma gli animali hanno perso questa capacità.

Sebbene il “lavoro” antiossidante dei carotenoidi sia importante per gli animali, molti di loro hanno imparato ad accumularli nelle coperte.

Forse questo è l’esempio più eclatante del principiocambio di funzioni.

Solo gli afidi e alcune zecche possono produrre carotenoidi:

hanno preso in prestito i geni necessari dai funghi.

Tutti gli altri, compresi gli uccelli, devono assumere carotenoidi con il cibo.

E se non bastano nella dieta, il piumaggio di uccelli dai colori vivaci svanisce.

La femmina Siskin è più modestamente colorata rispetto al maschio, ma anche molto luminosa.

Sebbene la capacità di sintetizzare i carotenoidi sia stata persa, gli animali possono convertire alcuni tipi di pigmenti in altri.

Negli uccelli, i carotenoidi ottenuti con il cibo vengono trasformati in lipocromi adatti alla colorazione delle piume.

In linea di principio, attraverso tali trasformazioni sarebbe possibile produrre l’intera varietà di pigmenti da un singolo predecessore.

Ma poi la catena di reazioni chimiche comprenderebbe quindi dozzine di unità.

Gli uccelli non hanno un tale arsenale di capacità chimiche e hanno bisogno di molto tempo per acquisire la reazione desiderata.

Quindi, in media, gli uccelli hanno bisogno di più di sette milioni di anni per imparare a convertire il carotenoide alimentare in pigmento piumaggio.

Inoltre, qualsiasi nuova mutazione può facilmente distruggere questo risultato!

Segui Lo sapevi che? anche su Facebook