Marito e moglie stanno cenando in un ristorante di lusso quando entra una stupenda donna, bionda e sexy, che si avvicina al loro tavolo, saluta l’uomo calorosamente, gli dà un grosso bacio sulla bocca e se ne va dicendo:

Ci vediamo domani al solito posto!

La moglie è scandalizzata: – Ma chi è quella?

E il marito tranquillo: – Niente, cara… è la mia amante…

La moglie grida arrabbiatissima: – Porco! Voglio il divorzio!

Non c’è problema – replica il marito – ma pensaci bene: dopo il divorzio niente cameriera, niente spese in centro, niente auto sportiva, niente gioielli e niente cene in ristoranti di lusso. Decidi pure liberamente…

Mentre sta dicendo ciò entra nel ristorante un loro amico accompagnato da una bella ragazza, anch’essa vestita elegante e sexy. La moglie allora chiede: – Ma chi è quella bella ragazza insieme a Gianni?

E’ la sua amante! – replica il marito.

E la moglie: – La nostra è meglio!

HAHAHAHAH ! ! !

Leggi anche questa e condividila con i tuoi amici ! ! !

Un avvocato molto rinomato, uscendo dallo studio, vede un mendicante seduto sotto i portici che chiede l’elemosina.

Provandone compassione, tira fuori una banconota da 5 euro e la dona al pover’uomo.
– Avvocato – esordisce il mendicante – mi tolga una curiosità.

Lei è da vent’anni che mi da l’elemosina ogni sera e la ringrazio.

Ma perché vent’anni fa mi regalava 100 euro, poi dieci anni fa mi regalava 50 euro, 5 anni fa 20 euro ed ora solo 5 euro? Invece di aumentare diminuisce?

– Mio caro amico. Lei deve sapere che vent’anni fa ero un single ed avevo così tanti soldi che non riuscivo neanche a spenderli.

Poi dieci anni fa mi sposai e dovetti limitare le spese; cinque anni fa mi nacquero due gemelli e dovetti stringere la cinghia. Ed ora che mi sono fatto l’amante devo proprio stare attento ad ogni euro che spendo!

– E mi dica una cosa Avvocato – ribatte il mendicante – ma tutte queste persone proprio con i miei soldi le deve mantenere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *