Preparare il pane in casa non è assolutamente difficile, con la ricetta giusta e seguendo il procedimento che vi indichiamo

Basta un po di pazienza…e con questi suggerimenti potrete avere pane fresco anche tutti i giorni!

Il pane a volte scarseggia sugli scaffali di alimentari e supermercati,  e per non uscire da casa alla loro ricerca, sappiate che entrambi potete realizzarli in casa!

Come? Scopriamolo insieme con una ricetta..facile e che funziona anche per i meno esperti ‘dei fornelli’.

Come fare il pane in casa

Preparare il pane in casa non è assolutamente difficile, con la ricetta giusta e seguendo il procedimento che vi indichiamo

Occorrente:

*1kg di farina: molti amano distinguere i tipi di farina e fare miscele.

In realtà per un pane fragrante è sufficiente la comunissima farina  00

*24 gr di lievito di birra o lievito madre

*740 ml di acqua a temperatura ambiente:

se usate quella del rubinetto, raccoglietela in una caraffa (o una ciotola, o una pentola) e lasciatela “riposare” per un po’, servirà a disperdere il cloro

*4 cucchiaini di sale

*2 cucchiaino di miele: ottimo il grezzo millefiori, da girare bene prima dell’utilizzo.

Procedimento:

Se avete un robot da cucina è il momento di utilizzarlo, diversamente dovrete procedere a mano, come facevano le nostre nonne e bisnonne.

Versate  tutta la farina in una ciotola capiente o nella bowl dell’impastatore.

Dai 740ml di acqua toglietene una tazzina e mettetela da parte

sciogliete nella caraffa con l’acqua il lievito e il miele, girando bene ma senza agitare

sciogliete nella tazzina con l’acqua il sale, sempre girando bene

Inziate a versare al centro della farina circa 4/5 dell’acqua della caraffa con il miele e il lievito, impastando con una forchetta.

Aggiungete quindi l’acqua con il sale sempre continuando ad impastare e terminate con l’acqua della caraffa.

Lavorate a lungo, sbattendo l’impasto su un piano (servirà a far incorporare aria per la lievitazione).

E non preoccupatevi se risulterà molle e appiccicoso: è proprio cosi che deve essere.

Soprattutto, non va assolutamente aggiunta altra farina.

Quindi, con un po’ di pazienza, mettetelo in una ciotola capiente (crescerà raddoppiando di volume) e spolverateci su un po’ di farina.

L’impasto deve crescere in luogo caldo, al riparo da correnti fredde e da finestre aperte, per 3 ore.

Cottura

Accendete il forno.

Forno caldo: se utilizzate quello ventilato la temperatura sarà 230°, per quello a gas 210° saranno sufficienti.

La placca andrà collocata verso la parte bassa del forno, ma non a contatto con la stessa

Mentre il forno arriva a temperatura, prendete della carta forno oppure una qualsiasi teglia in materiale antiaderente.

Prendete l’impasto e lavoratelo con una spatola rigirandolo 3 o 4 volte, quindi dividetelo in 3 aiutandovi con la spatola.

Dopo aver ben infarinato le mani, sistematelo sulla placca cercando di dare una forma allungata a filone.

Avendo cura di distanziare i pezzi che se no si salderanno tra loro durante la cottura.

Infornate.

Per la cottura servono circa 40 minuti.

Il risultato è strepitoso e il sapore ottimo.

In più, se avrete cura di avvolgerlo in un canovaccio pulitissimo di cotone, il vostro pane si conserverà per 2 giorni mantenendo gusto, morbidezza e fragranza.